“Negli ultimi otto anni, nella regione Basilicata, i docenti a tempo determinato sono quasi raddoppiati da 737 a 1624,  e sono aumentati anche gli insegnanti di sostegno non di ruolo, passando da 72  precari nel 2015 ai 565 dello scorso anno scolastico”.

“Numeri sconvolgenti” –  riferisce il Segretario Generale Uil Scuola Rua Basilicata Luigi Veltri che analizza  i dati dell’indagine fatta dalla Uil e che riguarda gli ultimi otto anni di precariato nella regione Basilicata.

La situazione più critica riguarda Potenza, dove gli insegnanti non di ruolo sono 1096 contro i 186 di 8 anni fa. “Qui – dice Veltri – si verifica in modo più eclatante quello che, in verità, accade nel resto della regione”.

La situazione per gli insegnanti di sostegno

 I nostri dati ci dicono che i docenti di sostegno precari passano dai 72 del 2015 ai 565  del 2023 ( lo studio si ferma al 2023 ndr), a fronte comunque delle innumerevoli certificazioni di disabilità, che ogni anno aumentano in Basilicata.

Personale ATA

E le cose non vanno meglio nemmeno per il personale tecnico ausiliario, che vede i supplenti salire dal 11 al 24,10 per cento. Collaboratori scolastici, addetti nelle segreterie, assistenti tecnici e figure specializzate, che dovrebbero garantire apertura, sorveglianza e l’ordinaria amministrazione della scuola, si sono ridotti passando da 2507 addetti  del 2015 a 2311 del 2023. Con una crescita, di contro, del personale supplente di ben 379 unità.

Tra qualche settimana partirà l’ultimo concorso del ministero purtroppo – afferma il segretario Uil Scuola Rua – non sarà di aiuto, non servirà ad invertire la tendenza. Da parte del Governo non ci sono stati investimenti da questo punto di vista e il turn over dei concorsi di certo non ha garantito la stabilizzazione dei precari e questo ha portato a un eccessivo utilizzo del personale a tempo determinato, con ripercussioni negative sulla stabilità del lavoro e sulla qualità dell’istruzione”.

Mancanza di investimenti da parte del Governo

Basterebbero 180 milioni di euro per stabilizzare 250 mila precari, secondo uno studio condotto dalla Uil alla fine del 2022. Questo costo, pari a 716,12 euro per unità di personale, rimane una soluzione valida e urgente per risolvere la crisi attuale. Tagliare le risorse non è mai la soluzione.   Investire nella scuola è fondamentale per garantire stabilità al personale e migliorarne la qualità della vita.

Proposta del sindacato

Innanzitutto di utilizzare le Gps di prima fascia per posti di sostegno e posto comune, come canale strutturale di assunzione, per coprire i posti rimasti vacanti, una volta terminate le immissioni in ruolo dalle graduatorie ad esaurimento e da quelle concorsuali. E poi di adottare la mini-call veloce per assegnare in modo obiettivo e trasparente gli incarichi a tempo determinato per i posti residuali di sostegno.

Per il personale ATA, il sistema di calcolo dell’organico continua a basarsi su una serie di parametri numerici, la proposta del sindacato

Per il personale ATA, va autorizzato ogni anno il 100 per cento del turn over. Nello scorso anno scolastico su 27.704 posti vacanti, ne sono stati autorizzati, per le immissioni in ruolo, meno della metà (10.116). Per quanto riguarda le supplenze brevi, la soluzione può essere l’introduzione di una graduatoria, su base volontaria, per le supplenze di pochi giorni, con particolari e celeri modalità di interpello e con immediata presa di servizio. Analogamente a quanto già previsto per il personale docente della scuola dell’infanzia e della primaria (supplenze fino ai 10 giorni) personale al quale è consentito, al momento dell’aggiornamento delle graduatorie, di dichiarare tale disponibilità per un certo numero di scuole.

CRESCITA DEI SUPPLENTI DALL’ANNO SCOLASTICO DAL 2015/2016 AL 2022/2023

Anno Scolastico
2015/2016
2016/2017
2017/2018
2018/2019
2019/2020
2020/2021
2021/2022
2022/2023
 

Personale docente a tempo indeterminato
5.912
5.777
5.992
5.925
5.903
5.809
5.875
5.832

Docenti a tempo determinato
552
709
482
700
827
909
941
1.096

Totale personale docente tempo determinato e indeterminato
6.464
6.486
6.474
6.625
6.730
6.718
6.816
6.928

Percentuale di lavoratori a tempo determinato sul totale
8,54%
10,93%
7,45%
10,57%
12,29%
13,53%
13,81%
15,82%

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Crescita personale docente a tempo indeterminato
 
-135
215
-67
-22
-94
66
-43

Crescita personale docente a tempo determinato
 
157
-227
218
127
82
32
155

Percentuale di crescita/decrescita dei docenti a tempo indeterminato
 
-2,28%
3,72%
-1,12%
-0,37%
-1,59%
1,14%
-0,73%

Percentuale di crescita/decrescita dei docenti a tempo determinato
 
28,44%
-32,02%
45,23%
18,14%
9,92%
3,52%
16,47%

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Docenti di sostegno a tempo indeterminato
629
628
703
706
712
708
686
699

Docenti di sostegno a tempo determinato
55
94
123
176
229
271
336
399

Totale personale docente di sostegno tempo determinato e indeterminato
684
722
826
882
941
979
1.022
1.098

Percentuale di lavoratori a tempo determinato sul totale
8,04%
13,02%
14,89%
19,95%
24,34%
27,68%
32,88%
36,34%

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Crescita  docenti di sostegno a tempo indeterminato
 
-1
75
3
6
-4
-22
13

Crescita docenti di sostegno a tempo determinato
 
39
29
53
53
42
65
63

Percentuale di crescita/decrescita dei docenti di sostegno a tempo indeterminato
 
-0,16%
11,94%
0,43%
0,85%
-0,56%
-3,11%
1,90%

Percentuale di crescita/decrescita dei docenti di sostegno a tempo determinato
 
70,91%
30,85%
43,09%
30,11%
18,34%
23,99%
18,75%

 
 
 
 
 
 
 
 
 

ATA a tempo indeterminato
1.690
1.711
1.688
1.651
1.674
1.602
1.602
1.549

ATA a tempo determinato
215
184
188
214
280
283
295
453

Totale personale ATA tempo determinato e indeterminato
1.905
1.895
1.876
1.865
1.954
1.885
1.897
2.002

Percentuale di lavoratori a tempo determinato sul totale
11,29%
9,71%
10,02%
11,47%
14,33%
15,01%
15,55%
22,63%

Crescita  personale ATA a tempo indeterminato
 
21
-23
-37
23
-72
0
-53

Crescita personale ATA a tempo determinato
 
-31
4
26
66
3
12
158

Percentuale di crescita/decrescita personale ATA a tempo indeterminato
 
1,24%
-1,34%
-2,19%
1,39%
-4,30%
0,00%
-3,31%

Percentuale di crescita/decrescita personale ATA a tempo determinato
 
-14,42%
2,17%
13,83%
30,84%
1,07%
4,24%
53,56%

Fonte: La Gazzetta della Val d’Agri – Read More