Total E&P Italia ha aggiudicato la gara relativa ai lavori di sollevamento e logistica presso il sito di Tempa Rossa all’Associazione Temporanea di Imprese costituita dalle imprese Ingegno srl, Edil Carone snc e Nolitalia srl. La notizia della conclusione della gara d’appalto – la prima con un significativo impatto in termini occupazionali a svolgersi dopo la firma del Protocollo di Intesa per la trasparenza e per la valorizzazione dell’occupazione e dello sviluppo “Tempa Rossa” – è stata data nel corso della riunione svoltasi nella mattinata di oggi con i Sindaci dei Comuni della Concessione Gorgoglione e i rappresentanti delle associazioni sindacali. Con la previsione di circa 20 lavoratori dedicati permanentemente ed esclusivamente al servizio di sollevamento e logistica, di cui circa il 90% provenienti dai comuni della Concessione Gorgoglione, si tratta di un ulteriore importante passo per la concretizzazione degli impegni assunti dalla Società in termini di valorizzazione dell’occupazione e dello sviluppo locale.

La menzionata aggiudicazione integra per la prima volta alcune procedure tecniche di gestione dei cambi di appalto, tuttora oggetto di discussione e definizione nell’ambito del Tavolo della Trasparenza con la Regione Basilicata, i Comuni della Concessione Gorgoglione e le associazioni sindacali – tenendo conto delle competenze professionali acquisite dai lavoratori e compatibilmente con la normativa applicabile – a partire dai Comuni di Corleto Perticara, Guardia Perticara e Gorgoglione, salvaguardando l’equilibrato rapporto occupazionale con gli altri dieci comuni della concessione.

Per dare concreta attuazione a tale principio, il Protocollo prevede che le procedure tecniche di gestione dei cambi di appalto siano “oggetto di discussione e definizione nell’ambito del tavolo della trasparenza” di cui la riunione di oggi ha rappresentato un ulteriore traguardo.

“Abbiamo cercato di operare una sintesi tra le diverse legittime esigenze emerse dal confronto tra le parti nel Tavolo della Trasparenza – sottolinea Dante Mazzoni, Direttore delle Relazioni Istituzionali di Total E&P Italia – così da fare in modo che le aziende appaltatrici rispettino il Protocollo di Intesa; in tal senso, sono previsti meccanismi di controllo come, ad esempio, sanzioni in caso di inosservanza al Protocollo in questione. Siamo consapevoli che si tratta di un percorso molto complesso, tuttavia confermiamo il nostro impegno per supportare lo sviluppo socio-economico del territorio valorizzando le risorse umane locali. Il prossimo passo, a cui stiamo già lavorando, riguarda l’ulteriore miglioramento della piattaforma Adecco, nata per il ricollocamento dei lavoratori che hanno partecipato alla fase di costruzione del nostro Centro Olio. E, soprattutto, stiamo lavorando all’attivazione di percorsi di formazione mirati, al fine di creare qui, nella Valle del Sauro, le professionalità di cui la nostra industria ha bisogno.”

 

Nel corso della riunione di oggi la società ha ribadito la volontà di rispettare gli impegni presi, continuando la fattiva collaborazione nei diversi tavoli tecnici sul tema lavoro con la Regione Basilicata, i Comuni, le associazioni sindacali. Nello specifico, Total E&P Italia ha confermato la volontà di favorire lo sviluppo in Basilicata di ulteriori attività industriali non connesse all’industria petrolifera come, ad esempio, quello per la realizzazione di un Centro di Eccellenza per Droni (CED) nell’area di Stigliano che prevede un investimento di circa tre milioni di euro.

 

Fonte: SassiLive – Read More