Nel corso di uno specifico servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Potenza per contrastare i reati in materia di stupefacenti, i militari dell’Arma hanno tratto in arresto quattro giovani ragazzi, di età compresa fra i 19 e 20 anni, ad Avigliano e Montemurro e sequestrato complessivamente 5 grammi di cocaina, 325 grammi di hashish, poco più di 29 grammi di marijuana e 4.820 €uro in contanti.

Nello specifico, nella notte di lunedì scorso, ad Avigliano, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Potenza hanno arrestato in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti due giovani potentini. L’attenzione dei militari dell’Arma è stata attirata dalla presenza di un’auto ferma, di notte, al centro di Avigliano con a bordo due ragazzi. Dopo qualche minuto giungeva un terzo, sempre di giovane età, che dopo essersi guardato intorno entrava in auto sedendosi sul sedile posteriore. I Carabinieri hanno quindi assistito alla cessione di un involucro da parte dei ragazzi seduti davanti a quello appena entrato in auto per cui si sono subito portati vicino al veicolo bloccando gli occupanti. L’acquirente ha tentato di disfarsi dell’involucro gettandolo nell’abitacolo. Il gesto non è però sfuggito ai militari dell’Arma che hanno recuperato l’involucro risultato poi contenere 5 grammi di cocaina. Le successive perquisizioni personali e domiciliari dei giovani hanno permesso di trovare, nascosti negli indumenti intimi del passeggero anteriore, 1,3 grammi di marijuana e nella sua camera da letto la somma di 1.450 €uro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’illecita attività di spaccio. I due ragazzi potentini, dopo essere stati dichiarati in stato di arresto dai Carabinieri, sono stati posti a disposizione della Procura della Repubblica di Potenza mentre l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura di Potenza quale assuntore di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati poi convalidati dal GIP del Tribunale di Potenza che ha disposto, sulla base degli elementi raccolti, la detenzione domiciliare per uno dei due e la remissione in libertà per l’altro.

Nella giornata di mercoledì, invece, i Carabinieri della Stazione di Montemurro, alle dipendenze della Compagnia di Viggiano, sempre nell’ambito di specifici servizi hanno tratto in arresto due giovani in due distinte circostanze. In particolare, i militari dell’Arma, con l’ausilio di un’unità cinofila del Nucleo Carabinieri di Tito, hanno effettuato alcune perquisizioni domiciliari a seguito delle quali hanno sorpreso un giovane in possesso di 245 grammi di hashish e 24 grammi di marijuana, oltre alla somma di 3.370 €uro in contanti, ad un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento, nonché un altro giovane che nascondeva, sempre all’interno della sua abitazione, 80 grammi di hashish, 4 grammi di marijuana e sempre materiale per il confezionamento. Al termine delle operazioni, i due giovani sono stati dichiarati in stato di arresto e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria potentina. A seguito di convalida da parte del GIP, i due sono stati rimessi in libertà.

Lo stupefacente e il danaro contante sono stati sottoposti a sequestro.

Si rappresenta che i procedimenti penali sono tuttora nella fase delle indagini preliminari e basati su imputazioni provvisorie, per cui vige il principio d’innocenza a carico di tutti e quattro i giovani fino ad intervenuta sentenza di condanna definitiva.

Il risultato operativo conseguito è frutto della continua e metodica attività di contrasto condotta dai reparti dipendenti dal Comando Provinciale Carabinieri di Potenza finalizzata ad arginare ogni forma di illegalità, anche nelle aree a bassa densità di popolazione ma comunque interessate da fenomeni criminali come, nel caso specifico, lo spaccio e il consumo di droghe.

Fonte: La Gazzetta della Val d’Agri – Read More