Gerardo de Grazia Confsal Basilicata: “In seguito all’incontro tenutosi l’11 gennaio 2021 presso lo stabilimento della Smart P@per di Tito, la proprietà ha comunicato alle parti sociali che il gruppo Indra entrerà nella società con una quota importante, il 70%.

L’accordo siglato prevede inoltre l’integrazione delle filiali del gruppo, Smartest e Baltik, con sede in Veneto, Basilicata e in Lettonia.

Durante l’incontro, i vertici aziendali del più importante gruppo Lucano riferiscono che, al momento, la governance non cambierà.

Come Confsal Basilicata seguiremo attentamente questa evoluzione, consapevoli che i cambiamenti devono essere ben governati per evitare di stravolgere una realtà, sana, seria e tutta lucana.

Un progetto partito vent’anni fa e che ha dato risalto ad una piccola regione del mezzogiorno, un progetto ambizioso che va tutelato.

Una realtà che la Confsal Basilicata conosce bene avendo, ormai da anni, una rappresentanza sindacale stabile all’interno dell’azienda con la Fismic-Confsal.

Acquisire il 70% significa acquistare, questo sia chiaro.

Sicuramente, a Tito si apre una nuova pagina che coinvolgerà un numero di lavoratori altissimo.

Per questo non possiamo permetterci di sbagliare”.

 

Fonte: SassiLive – Read More