Il Patronato INAC (Cia-Agricoltori) ha diffuso il bando di Servizio Civile 2020 “Inac in Basilicata” con un progetto: Diritti sociali contro le disuguaglianze in Basilicata”.
Il progetto prevede la partecipazione n.4 unità così dislocate 2 sulla Città di Matera e 2 sulla Città di Potenza per la durata di 12 mesi a euro 439,50 mensile.
Il progetto ha l’obiettivo generale di migliorare le condizioni sociali ed economiche contro le disuguaglianze dei cittadini lucani con particolare attenzione alle fasce più vulnerabili: disoccupati, inattivi, lavoratori in stato di fragilità, anziani e loro famiglie. L’azione si inserisce nel Programma “Ridurre le disuguaglianze nell’Italia Tirrenica Sud, isole comprese, attraverso la promozione dei diritti sociali“, in linea con gli obiettivi del programma intende contribuire a contrastare le disuguaglianze sociali attraverso azioni mirate per il soggetto per il supporto alle fasce più vulnerabili della popolazione che presentano maggiori difficoltà nell’accesso ai servizi sociosanitari e sociali ivi compresa l’inclusione lavorativa.
L’obiettivo specifico dell’iniziativa intende contribuire a ridurre gli ostacoli e le barriere di tipo informativo, culturale e fisico, favorendo l’accesso ai servizi sociali e sociosanitari.
I risultati attesi: Incrementare la diffusione delle informazioni sui diritti sociali dei cittadini; e sui servizi presenti sul territorio;potenziamento dell’esercizio dei diritti civili e sociali e dell’accesso ai servizi sociali e sociosanitari, attraverso l’orientamento ai servizi offerti dalla Pubblica amministrazione, dal privato sociale,dagliintermediari,che rispondono alle loro necessità e condizioni socioeconomiche e l’assistenza gratuita alla redazione delle pratiche burocratiche necessarie all’ottenimento delle provvidenze economiche e non economiche riservate alle diverse categorie di destinatari
Il progetto prevede l’inserimento di 4 operatori volontari: 2 volontari presso ognuna delle sedi di realizzazione (Inac Potenza e Inac Matera). Come previsto dalla strategia di progetto, in ognuna delle 2 sedi, saranno realizzate le stesse attività per ampliarne l’impatto e la diffusione a livello territoriale. In ogni sede si prevedono pertanto le stesse attività per gli operatori volontari. • Supporto alla predisposizione dei questionari per la rilevazione dei bisogni. • Supporto nell’aggiornamento della mappatura sulle prestazioni assistenziali e/o integrative emanate dalla Pubblica Amministrazione e dal privato sociale. • Supporto nello studio e approfondimento della normativa nazionale e regionale. • Realizzazione di strumenti di informazione ( campagne, slogan). • Supporto nella diffusione dei contenuti attraverso collegamenti di rete veloci. • Offerta di servizi qualificati presso sportelli ( Accoglienza utenti, organizzazione di appuntamenti e consulenze, supporto per la compilazione delle pratiche). • Servizi domiciliari.

Fonte: SassiLive – Read More