Pippo Franzò ci racconta cosa è accaduto nelle gare disputate per la 2^ giornata del campionato di serie C girone C. Di seguito il report in esclusiva per SassiLive.

BARI – TERAMO 1-1

Il Teramo grazie ad un tiro di Bombagi da circa trenta metri, che sorprende Frattali a 1minuto e 30 secondi dall’inizio della gara, riesce a guadagnare un punto prezioso. Il Bari colto di sorpresa cerca di arginare gli attacchi degli avversari, e nel contempo in avanti cerca la via del gol che non arriva per mancanza di precisione di Marras e Antenucci. Si chiude cosi il primo tempo con il vantaggio della squadra abruzzese. Nella ripresa mister Auteri dispone i suoi uomini in campo con un modulo tattico diverso del solito 4-3-3. Mette la difesa a quattro, due uomini sulla linea mediana, e con più giocatori ( 3 ) sulla trequarti ed una punta centrale. Il Teramo deve indietreggiare, e gli avanti biancorossi cercano la via del gol. La trovano al 62’ con Celiento che sfrutta alla perfezione un cross di Marras che riceve da Maita, bravo a velocizzare la punizione assegnata dal signor Bitonti. Dopo il pareggio il Bari trova gioco tra i reparti, tanto che va più volte ad un passo dal gol. L’imprecisione, e il voler strafare da parte di qualche giocatore, vanifica il lavoro offensivo del team biancorosso. L’azione più ghiotta capita a Marras al 70’ che tutto solo in area del Teramo, invece di girarsi e mettere la sfera nell’angolino basso, ci cimenta in una acrobazia che produce soltanto un angolo. Il gol a freddo ha cambiato di poco i piani offensivi del Bari poiché le azioni da gol i galletti li hanno avuti sia nel primo tempo che nella ripresa. È mancata la precisione e il volersi complicare la vita di alcuni giocatori per andare in gol, tutto ciò non ha permesso di chiudere la prima gara interna con i tre punti.

MONOPOLI – CATANIA 0-1

Un Catania edizione esterna più spavaldo che in casa (la settimana scorsa al Cibali un pareggio contro la modesta Paganese), ottiene una vittoria dai tre punti pesanti con un gol di Silvestri di testa al 52’ sugli sviluppi di una punizione. In due gare la squadra etnea annulla lo svantaggio iniziale del -4 in classifica. La gara contro il Monopoli non era tra le più facili visto il valore dei giocatori del tecnico Scienza. La partita per la prima parte è stata giocata da entrambe le squadra come fase di studio, senza affondi decisivi. Si è giocato molto a centrocampo. Nella ripresa il Catania è partito con più convinzione, tanto che dopo sette minuti va in gol con un perfetto colpo di testa di Silvestri su una punizione battuta in area avversaria da Rosata. Dopo pochi minuti, si ripropone alla squadra siciliana lo stesso quadro del primo gol sempre con Silvestri attore finale ma questa volta con esito negativo. Il Monopoli sembra che abbia accusato fisicamente la gara prolungata di Coppa Italia di mercoledì a Reggio Emilia. Il tecnico biancoverde di Domodossola ha cambiato poco la squadra rispetto alla prima di campionato, vincente contro la Juve Stabia. L’attaccante Guido Marilungo è entrato nella ripresa ma si è notato poco, sicuramente hanno inciso molto le assenze in campo dello scorso anno nelle file della Ternana, una sola presenza.

VIBONESE – JUVE STABIA 0-1

La Juve Stabia di Padalino vince a Vibo Valentia grazie al rigore procurato dall’attaccante argentino Nicolas Bubas, ex Vibo Valentia, e messo a segno da Mastalli, a soli due minuti dal novantesimo. Una partita che sembrava destinata a finire a reti bianche per via del gioco blando che hanno proposto le due squadre nell’arco della gara, se escludiamo nel primo tempo un palo dei campani con Romero ed una parata di Mengoni. Solo nel finale l’ex di turno Bubas (tre campionati e mezzo a Vibo Valentia con 101 presenze e 31 reti) si procura il rigore che viene trasformato dagli undici metri da Mastalli.

TURRIS – FRANCAVILLA 1-0

La Turris ritorna a giocare in serie C, dopo un lunghissimo periodo di assenza tra i professionisti, in casa contro il Francavilla di Tirocini, e vince con il minimo scarto. La rete per i corallini viene messa a segno al 27’ da Giannone che da fuori area fa partire un violento tiro che conclude la sua corsa alle spalle di Crispino. La gara ha preso subito una svolta a favore dei padroni di casa che si sono imposto con il loro gioco propositivo, sfiorando piu’ volte la rete. Giannone intorno al 40’ avrebbe potuto raddoppiare dopo aver seminato piu’ avversari ma il suo tiro a botta sicura è stato respinto in angolo dall’estremo difensore ospite. Nella ripresa è sempre la Turris che conquista terreno in avanti, mentre il Francavilla non ha impensierito in maniera decisiva Abagnale, il numero uno della Turris. Prima vittoria dei campani con tre punti in classifica, mentre il Francavilla colleziona la seconda sconfitta nelle prime due gare. Partenza in salita per i ragazzi dell’ex tecnico del Rende.

VITERBESE – AVELLINO 0-1

Partita interessante sotto l’aspetto tattico, con una Viterbese che nel primo tempo ha infoltito il centrocampo lasciando poco spazio alla manovra offensiva dell’Avellino. Poche le occasioni da rete da entrambe le parti nei primi quarantacinque minuti. Nella ripresa la squadra di Maurizi ha avanzato il proprio baricentro in cerca del gol, sfiorandolo con Rossi. L’arbitro Fontani di Siena ha sventolato all’85’ il secondo cartellino giallo al centrocampista Menghi che ha sancito l’espulsione. In pieno recupero ( al 95’ ) l‘Avellino realizza con D’Angelo la rete dei tre punti che da una vittoria insperata ai ragazzi di Braglia. Primi tre punti per la compagine bianco-verde, con un organico ancora ampiamente da completare ancora.

PALERMO-POTENZA – Rinviata

Partita rinviata per COVID 19 per due giocatori del Potenza. La Lega Pro ha deciso di rinviare la partita.

CATANZARO – TRAPANI –

Il Trapani non si è presentato allo stadio “ Nicola Ceravolo “ di Catanzaro. La squadra locale ha atteso i 45’ come da regolamento, negli spogliatoi. Alla fine, l’arbitro signor Carella ha decretato la fine dell’incontro, gara mai disputata. La squadra siciliana non si presenta per la seconda volta in campo ed è escluso dal campionato di serie C gironeC. Dispiace che una società gloriosa come il Trapani venga estromessa in modo irreversibile. Con l’arrivo della famiglia Morace nel 2005 il Trapani vive momenti fantastici sotto l’aspetto calcistico. Il Trapani vince categorie importanti, dalla serie D fino ad arrivare alla serie B, e sfiorare la serie A. Con il distacco dei Morace del Trapani calcio è iniziata la discesa del club granata, fino ad arrivare ai giorni nostri con l’imprevedibile estromissione del nuovo campionato di serie C girone C. Il prossimo anno ricomincerà dai dilettanti.

BISCEGLIE-CAVESE – Sospesa

CASERTANA-FOGGIA – Sospesa

Fonte: SassiLive – Read More