Peggioramento delle condizioni atmosferiche ai nastri di partenza, siamo ormai a poche ore dalle piogge che a tratti risulteranno anche di carattere di rovescio.

Le prime precipitazioni le subiremo durante le prime ore della serata odierna, quando venti di libeccio, con raffiche tra il teso e il forte porteranno molte nubi in risalita dallo Jonio, si tratterà di piogge sporche, perché nell’aria è presente molta foschia di polvere sahariana, ma questo sarà solo l’inizio del brusco cambiamento, infatti i venti sono destinati a cambiare per via del suo naturale senso di rotazione antiorario, indi per cui col trascorrere delle ore ruoteranno a Maestrale, ciò determinerà nella giornata di domani mercoledì 17, un evidente calo termico e le precipitazioni in arrivo dal Tirreno risulteranno moderate .

Non è finita qui, anzi, il tutto sarà seguito da una seconda configurazione barica, molto più fredda che si assesterà in Europa e che ci riguarderà da Giovedì 18 e per l’intero prossimo weekend in arrivo, venti da Nord, quindi Bora e una perturbazione in discesa dalla Scandinavia scavalcheranno le Alpi e giungeranno alle nostre latitudini portandoci molto freddo per la stagione attuale e abbondanti precipitazioni che al di sopra dei 1000 mt assumeranno addirittura carattere nevoso, sarà dunque da Venerdì 19 che entreremo nel clou della fase fredda prevista, tirate di nuovo fuori piumoni e giubbotti invernali, in questa giornata saremo scaraventati da Aprile a Gennaio, non escludo sorprese fredde non ipotizzate dai modelli al momento, vedremo.

Per maggiori dettagli sul prossimo weekend ci risentiremo appena saranno riaggiornati i modelli, specie ecmwf, che in fatto di neve per la nostra zona è molto più affidabile di altri.

Matteo Dambrosio

Fonte: La Gazzetta della Val d’Agri – Read More