Nel numero del “Corriere Ortofrutticolo” di dicembre 2020 lo troviamo tra i protagonisti assoluti dell’ortofrutta nazionale e questo è grande motivo di soddisfazione per la Basilicata e per tutto il Sud.

Orgoglioso di aver lavorato insieme ad Andrea Badursi e a tutte le altre aziende del comparto anche organizzate in OP e alle associazioni di categoria, negli anni passati, investendo risorse su biologico e integrato, sulla promozione e per rafforzare, con le filiere, il sistema organizzato del comparto ortofrutticolo che fa da traino all’agricoltura di Basilicata. Ora si deve raggiungere l’obiettivo, anche grazie alla spinta delle forze aggregate, della piattaforma logistica ortofrutta a Ferrandina e in Val Basento, per il definitivo piazzamento dei nostri prodotti nei mercati internazionali. Si deve condividere con Governo e con le associazioni di categoria la volontà di realizzarla con i fondi del Recovery Plan. Esiste già il progetto esecutivo per il quale nella passata legislatura, insieme alla Provincia di Matera abbiamo lavorato, per un investimento di circa 70 milioni di euro.

Colgo l’occasione, con la lettura dell’ultimo numero del Corriere Ortofrutticolo, per un augurio sincero di buon lavoro al lucano di Pisticci e amico Andrea Badursi. Dal giugno scorso è, infatti, Presidente dell’Organizzazione di Produttori Asso Fruit Italia di cui era Direttore Generale e vicepresidente, che rappresenta oltre 300 aziende fra Basilicata, Puglia, Calabria e Piemonte. Un riconoscimento meritato per il lavoro svolto nel campo dell’ortofrutta: da oltre vent’anni Andrea è sempre stato in prima linea sul fronte dell’innovazione e dell’aggregazione in Basilicata e nel Mezzogiorno, a lui dobbiamo l’impulso e la nascita della prima AOP della Basilicata, Arcadia e di diverse realtà organizzative sorte soprattutto nel metapontino diventate poi eccellenza, sapendo anche uscire dai confini regionali e posizionando la nostra frutta e i nostri ortaggi su mercati molto più grandi.

Una ottima capacità di accrescere la rappresentanza ortofrutticola nei consessi istituzionali regionali e nazionali e non solo (Badursi è stato tra le altre cose anche consigliere nazionale Fedagri) che ho avuto modo di apprezzare particolarmente durante il mio mandato di Assessore all’Agricoltura. Certo che continuerà a lavorare, per la nostra terra e le sue eccellenze ortofrutticole nella direzione della innovazione e del rafforzamento della valorizzazione della qualità. Spero vivamente, in virtù del ruolo importante oggi ricoperto e che ci inorgoglisce tutti, che il suo operato possa portare finalmente cominciare l’iter per l’Igp delle albicocche lucane, delle fragole di Basilicata e magari anche del finocchio del Metapontino.

Lo dichiara Luca Braia, consigliere regionale IV, già assessore all’Agricoltura.

Fonte: SassiLive – Read More