Con la determina 964/del 29/04/2021 il dirigente del settore opere pubbliche del Comune di Matera ha disposto la sostituzione del rup architetto Giuseppe Gandi con l’ingegnere Salvatore Pietrantonio Demarco. Di seguito la nota integrale.

“Sostituzione e nomina RUP ex art.31 del D.LGS n.50/2016. ITI-FESR 2014-2020. Realizzazione parco intergenerazionale nelle aree di piazza della Visitazione e piazza Matteotti dell’importo di € 6.400.000,00 – Realizzazione parcheggio interrato nell’area sottostante piazza della Visitazione e piazza Matteotti dell’importo di € 4.500.000,00”. Di seguito la nota integrale.

Visto il Decreto Sindacale n.414 del 17.02.2021 con cui si assegna, allo scrivente, la competenza in ordine alla realizzazione dell’intervento “Piazza della Visitazione”;
Premesso che il suddetto intervento è stato inserito nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2020-2022 con la seguente denominazione “I.T.I. – FESR – 2014 2020 REALIZZAZIONE PARCO INTERGENERAZIONALE NELLE AREE DI PIAZZA DELLA VISITAZIONE E PIAZZA MATTEOTTI”, e per un importo di € 6.400.000,00”;
Che nel medesimo Programma è stato altresì inserito l’intervento denominato: “REALIZZAZIONE PARCHEGGIO INTERRATO NELL’AREA SOTTOSTANTE PIAZZA DELLA VISITAZIONE E PIAZZA MATTEOTTI”, dell’importo di € 4.500.000,00, direttamente connesso all’intervento di cui sopra;
Preso atto che con determinazione dirigenziale 823 del 06.04.2020 il Dirigente del Settore Opere Pubbliche nominava, Responsabile Unico del Procedimento dell’intervento di Riqualificazione di Piazza della Visitazione l’arch. Giuseppe Gandi;
Atteso che per esigenze di tipo organizzativo si rende necessario procedere alla sostituzione dell’arch. Giuseppe Gandi;
RICHIAMATI:

L’art.31 c.1 del D.Lgs. n.50/2016 e ss.mm.ii. che così recita: “per ogni singola procedura per l’affidamento di un appalto o di una concessione le stazioni appaltanti individuano nell’atto di adozione o di aggiornamento dei programmi di cui all’art.21, comma 1, ovvero nell’atto di avvio relativo ad ogni singolo intervento, per le esigenze non incluse in programmazione, un responsabile unico del procedimento (RUP) per le fasi della programmazione, della progettazione, dell’affidamento, dell’esecuzione. Le stazioni appaltanti che ricorrono ai sistemi di acquisto e di negoziazione delle centrali di committenza nomina, per ciascuno dei detti acquisiti, un responsabile del procedimento che assume specificamente, in ordine al singolo acquisto, il ruolo e le funzioni di cui al presente articolo. Fatto salvo quanto previsto al comma 10, il RUP è nominato con atto formale del soggetto responsabile dell’unità organizzativa che deve essere di livello apicale, tra i dipendenti di ruolo addetti all’unità medesima, dotati del necessario livello di inquadramento giuridico in relazione alla struttura della pubblica amministrazione e di competenze professionali adegue in relazione ai compiti per cui è nominato; la sostituzione del RUP individuato nella programmazione di cui all’art.21, comma 1, non comporta modifiche alla stessa. Laddove sia accertata la carenza nell’organico della suddetta unità organizzativa, il RUP è nominato tra gli altri dipendenti in servizio. L’Ufficio di responsabile unico del procedimento è obbligatorio e non può essere rifiutato”;

La linea guida ANAC n.3 di attuazione del D.Lgs.n.50/2016 e ss.mm.ii., recante < Nomina, ruolo e compiti del Responsabile Unico del Procedimento per l’affidamento di appalti e concessioni> approvata dal Consiglio dell’Autorità con deliberazione n.1096 del 26/10/2016 ed aggiornata con deliberazione del Consiglio n.1007 dell’11/10/2017 che, in particolare, al punto 2.1. prevede: “per ogni singola procedura di affidamento di un appalto o di una concessione, le stazioni appaltanti, con atto formale del dirigente o di altro soggetto responsabile dell’unità organizzativa, individuano un RUP per le fasi della programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione…..”;
RITENUTO, quindi, doversi procedere, secondo i dettami normativi sopra richiamati, alla nomina del nuovo Responsabile Unico del Procedimento al quale assegnare ruolo e funzioni di cui all’art.31 del D.lgs. n.50/2016 e ss.mm.ii. nonchè lo svolgimento dei compiti dettati dalla richiamata Linea Guida n.3;
RITENUTO, per quanto sopra, dover nominare l’ing. Salvatore Pietrantonio Demarco Responsabile del Procedimento dei seguenti interventi:
1) “I.T.I. – FESR – 2014 2020 – REALIZZAZIONE PARCO INTERGENERAZIONALE NELLE AREE DI PIAZZA DELLA VISITAZIONE E PIAZZA MATTEOTTI” dell’importo di €
6.400.000,00″;
2) “REALIZZAZIONE PARCHEGGIO INTERRATO NELL’AREA SOTTOSTANTE PIAZZA DELLA VISITAZIONE E PIAZZA MATTEOTTI” dell’importo di € 4.500.000,00;
VISTI:
Il D.Lgs. n.267/2000 e succ.;
Lo Statuto Comunale;
Il D.Lgs.n.50/2016 e ss.mm.ii.
La linea Guida ANAC n.3 del 26/10/2016 e ss.mm.ii.;
DETERMINA
Per le motivazioni in premessa che qui si intendono integralmente riportate
Di nominare l’ing Salvatore Pietrantonio Demarco, in possesso dei requisiti previsti dalla legge, Responsabile Unico del Procedimento, dei seguenti interventi:
1) “I.T.I. – FESR – 2014 2020 – REALIZZAZIONE PARCO INTERGENERAZIONALE NELLE AREE DI PIAZZA DELLA VISITAZIONE E PIAZZA MATTEOTTI” dell’importo di €
6.400.000,00″
2) “REALIZZAZIONE PARCHEGGIO INTERRATO NELL’AREA SOTTOSTANTE PIAZZA DELLA VISITAZIONE E PIAZZA MATTEOTTI” dell’importo di € 4.500.000,00;
Di trasmettere, per competenza, la presente determinazione ai soggetti interessati;
Il sottoscritto Dirigente dichiara l’insussistenza del conflitto di interessi, allo stato attuale, ai sensi dell’art.6 bis della legge 241/90 in relazione al presente provvedimento e della Misura M03 del Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza.

Il dirigente Ing. Felice Viceconte

Fonte: SassiLive – Read More