Lavori di riqualificazione e rilancio stazione di Ferrandina-scalo Matera, intervento del sindaco Martoccia. Di seguito la nota integrale.

Proseguono sul piazzale della stazione ferroviaria di Ferrandina-scalo Matera i lavori di riqualificazione volti al rilancio del suo importante ruolo, svolto sin dal 1875 all’interno della tratta Taranto-Potenza-Napoli e più recentemente per raggiungere direttamente Firenze, Bologna, Milano e Torino.
Con un progetto del Comune di Ferrandina si sta realizzando un funzionale terminal bus, che fa seguito a un precedente intervento di Rete Ferroviaria Italiana che ha realizzato un ampio ed efficiente parcheggio e reso perfettamente agibile il piazzale evitando allagamenti in presenza di temporali e acquazzoni.
Con questo ammodernamento nella stazione Basentana (con una bacino di utenza di oltre 150 mila persone, tra Matera e centri limitrofi), si vuole offrire una immagine nuova e maggiormente consona al contesto sociale, economico e industriale, nonché alla mobilità dell’intero comprensorio.
Inoltre, in questa operazione di riqualificazione ci sarà la piantumazione di alcuni centenari alberi di ulivo. Piante che assumeranno un piacevole valore decorativo e ornamentale visto che rappresentano un forte richiamo all’identità ferrandinese e lucana, e quindi alla storia e alla coesione sociale.
Inoltre, Rete Ferroviaria Italiana (del Gruppo FS) ha fatto sapere che il richiesto prolungamento della pensilina sul 1° binario (lato Taranto e lato Potenza) verrà inserito nella pianificazione dei prossimi lavori.
Nell’evidenziare l’importante collaborazione con il Comune di Matera, la stessa disponibilità è venuta anche dall’Ente Provincia della Città dei Sassi, che realizzerà alcuni necessari interventi lungo la bretella di collegamento alla Basentana per offrire i massimi livelli di sicurezza e per migliorare l’immagine complessiva del luogo.
Insomma, alla conclusione dei lavori, la stazione di Ferrandina–scalo Matera diventerà più accogliente e decorosa anche alla luce della funzione di interscambio per Matera, meta di turisti da tutto il mondo, e per raggiungere i diversi paesi della collina materana.
Siamo certi che tali lavori, alla vigilia dell’insediamento della Zes interregionale Taranto-Valbasento, della zona franca doganale e dell’avvio della piattaforma intermodale nella vicina zona industriale, risulteranno graditi alla sempre più crescente utenza, tra cui diversi parlamentari, amministratori, manager, professionisti e studenti del Materano.

 

 

Fonte: SassiLive – Read More