Un uomo – Rocco Barbetta, di 42 anni, latitante dal 9 aprile scorso – e’ stato catturato dai Carabinieri nel centro storico di Melfi dove, secondo gli investigatori e la Direzione distrettuale antimafia, si era nascosto nel “dedalo” di stradine ed edifici abbandonati grazie anche all’”indispensabile appoggio di una rete di fiancheggiatori locali”. Barbetta era irreperibile dal 9 aprile scorso: all’arrivo dei Carabinieri, che dovevano eseguire la “misura di sicurezza della casa lavoro”, l’uomo si era lanciato dalla finestra di una casa, a Rapolla, dove era agli arresti domiciliari dal giugno del 2020. La cattura di Barbetta e’ avvenuta durante una delle operazioni eseguite con il coordinamento della Procura distrettuale antimafia di Potenza per catturarlo. La Dda potentina ha sottolineato lo “spessore criminale” del latitante, condannato per associazione di tipo mafioso nel 1990, in carcere fino al 2016 per un omicidio commesso nel 1991 a Montescaglioso.

)

Fonte:Piazza Lucana – Read More