L’Italia è un paese che ha fondato tutta la sua cultura sulla ricerca e la conservazione di antiche tradizioni. Tra di esse anche l’amore per il gioco d’azzardo. Una vera e propria arte che si tramanda da millenni e infiamma i cuori degli appassionati. Ma quali sono i giochi che preferiscono gli italiani?

Scopriamolo nelle prossime righe.

Santi, poeti, navigatori e … casinò!

Una terra che custodisce tradizioni millenarie, grandi opere d’arte di ogni tempo, una cucina a tratti povera e a tratti sincera: l’Italia è fiera della sua bellezza e la espone al mondo con l’entusiasmo di chi sa di avere in sé qualcosa di eterno. Oltre a tutte le tradizioni di cui può far vanto, il buon cibo, la musica, la danza, l’Italia vanta un’altra grande tradizione che è quella legata al gioco d’azzardo. Un popolo che ama anche il divertimento e lo ha storicizzato. Ma quali sono i giochi da casinò che hanno catturato maggiormente il cuore degli italiani? Approfondiamone qualcuno.

Cultura italiana del gioco d’azzardo: gusto e preferenze degli italiani

I giochi da casinò non sono solo mero intrattenimento per gli italiani ma rappresentano anche un vero e proprio traino per il settore economico nazionale. Le stime prevedono che nel 2024 le entrate legate al gioco d’azzardo online potranno raggiungere i 3,21 miliardi di euro. Questo settore economico ha subito una impennata non indifferente anche in termini di popolarità e questo è anche indice del fatto che questi giochi abbracciano le preferenze degli Italiani. La passione degli Italiani per questi giochi ha radici molto antiche, risalenti al 1638 con l’apertura del Ridotto di Venezia. In questo stesso periodo hanno visto la luce due tipologie di giochi: il baccarat e il bingo.

Tutti gli italiani che amano il gambling hanno a disposizione un ventaglio di scelta molto ampio per quanto riguarda i giochi da casinò.

Oggi come in passato il gioco accompagna parte della loro vita quotidiana e sono ancora molto apprezzati giochi anche di origine molto antica come il testa e croce e lo stesso baccarat. Si tratta di un gioco molto simile al blackjack in cui i partecipanti alla sessione di gioco ricevono due carte, con la possibilità di richiederne una terza, con lo scopo di avvicinarsi quanto più possibile a totalizzare 9.

Ovviamente a riscuotere maggiore successo in termini di preferenza oggi troviamo anche giochi come il poker, il blackjack, le slot e la roulette.

Storia di un grande amore: il gambling

Dalla roulette alle immancabili slot machine, gli italiani sono un popolo di affezionati giocatori. Ovviamente anche le fasce d’età interessate sono abbastanza cangianti nel tempo ma in generale potremmo dire che si tratta di una pratica altamente inclusiva. Non c’è infatti una netta differenza tra il genere e l’età perché il gioco d’azzardo affascina tutti specialmente per via del fatto che i migliori provider online, come quelli segnalati, offrono alla loro utenza ricchi bonus.

C’è poi da considerare il gusto di ciascun giocatore. Ad esempio molti giocatori amano il poker perché oltre ad offrire reali possibilità di vincita, è ormai entrato a far parte delle discipline della mente. In sostanza presuppone non solo una certa dose di fortuna ma anche una buona capacità di conoscere se stessi e di modulare le proprie competenze, la propria memoria e il proprio carattere.

Per gli Italiani amanti del brivido, primeggia anche la roulette, il più classico tra i giochi da casinò reso celebre nei film, nelle canzoni ed in gran parte della cultura pop. Oggi, con la possibilità di giocare anche online, gli utenti hanno anche modo di accedere ad una kermesse variegata in termini di scelta assicurando una varietà pressocché infinita di scelta.

Conclusioni

L’Italia è una nazione che ha da offrire tantissimo ai turisti e alla sua gente. La sua profonda bellezza è sorretta dalle opere d’arte, dal buon cibo e dalle tradizioni che sopravvivono al tempo perché tramandate di generazione in generazione. Non manca, in questo senso, anche quella per il gioco d’azzardo. Un settore che oltre a sbaragliare in termini di intrattenimento, è in grado di sostenere anche l’economia del paese, con un impatto non indifferente sul PIL nazionale. Che si tratti del poker, delle slot, della roulette o di giochi più antichi come il baccarat, l’Italia tiene ancora dignitosamente in vita una tradizione che ha oltre 300 anni. Il primo casinò aperto a Venezia, il Ridotto, ricorda quanto sia intimo il legame tra l’Italia e questa pratica di gioco. Un fascino immutato e senza tempo, un elemento di intramontabile fascino che continua a far battere i cuori di giovani ed adulti. Un mondo avvincente e divertente che non stanca mai di incantare con le sue luci, i suoi misteri e la sua onda di divertimento.

Fonte: La Gazzetta della Val d’Agri – Read More