“Escursione da Santa Maria d’Anglona attraverso l’antica Eraclea fin dentro la mostra “Le Tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma” allestita nel museo della Siritide di Policoro: un viaggio tra archeologia, storia dell’arte, natura e paesaggio. Di seguito la nota integrale.

L’evento, nato dalla collaborazione tra il Museo Archeologico Nazionale della Siritide di Policoro e In Itinere, intende essere un viaggio a piedi attraverso la Magna Grecia e le sue bellezze archeologiche, naturali e paesaggistiche. L’evento si comporrà di due parti: nella prima parte avrà luogo l’escursione lungo le tracce delle Tavole di Eraclea; le due tavole contengono infatti due decreti in greco relativi alla delimitazione e localizzazione di terreni pertinenti ai santuari di Dioniso e Athena Polias, presso la città magnogreca di Herakleia. E la passeggiata consentirà di attraversare i terreni di Dioniso e immaginare le modalità di sfruttamento agrario nell’Antichità. L’escursione terminerà proprio nell’antica città di Eraclea della quale rimangono importantissime testimonianze archeologiche: l’evento si concluderà con la visita dell’area archeologica e della mostra “Le Tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma” (prorogata sino al prossimo 3 novembre).

L’escursione avrà inizio dal Santuario di Santa Maria d’Anglona, luogo di antichissimo insediamento e ricco di storia. Il monumento, situato sul pianoro della collina ove fiorirono Pandosia ed Anglona, a 263 metri sul livello del mare, è ciò che resta dell’antica città di Anglona che, si presume, sorgesse sulle rovine di Pandosia, poco prima dell’era cristiana. L’attuale struttura della Cattedrale di Anglona è datata tra il sec. XI ed il sec. XII e costituisce uno straordinario capolavoro dell’arte sacra medievale.Uno studioso guiderà i partecipanti alla scoperta della storia e dei tesori artistici del Santuario.

Dal Santuario avrà inizio il cammino: scenderemo lentamente la collina ammirandone le alte pareti segnate dall’incantevole fenomeno dei calanchi: profondi canyon, aride dune bianche e pinnacoli naturali modellati dalla natura nel corso dei secoli formano un paesaggio unico e di enorme bellezza. Le profonde incisioni dei calanchi sono contornate da boschetti di macchia mediterranea, pini e cipressi, che attraverseremo nella prosecuzione del cammino; lungo il percorso saranno effettuate alcune pause in cui una serie di esperti illustreranno e spiegheranno in maniera approfondita le principali evidenze geologiche, archeologiche e paesaggistiche.

Il cammino continuerà in progressiva discesa verso la piana solcata dal fiume Agri per terminare infine all’antica città di Eraclea: il direttore del Museo Archeologico di Policoro guiderà i partecipanti alla scoperta dell’area archeologica e di qui all’interno della mostra “Le Tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma” allestita nel museo della Siritide.”
Fine della giornata prevista per le ore 16:00
Informazioni tecniche:
Percorso: lineare
Lunghezza: 15 km circa
Difficoltà: Facile
ATTREZZATURA CONSIGLIATA:
– scarpe da escursionismo/trekking;
– pantaloni lunghi;
– cappello;
– occhiali da sole;
– abbigliamento a strati;
– zainetto che contenga almeno 1,5 litri d’acqua;
– mantella/giacca antipioggia

APPUNTAMENTO
🕘 ore 09.00 presso il Museo Archeologico Nazionale della Siritide – Policoro
Per raggiungerlo basta cliccare il seguente link: https://goo.gl/maps/kq8hp34MkUBGuaEb6

ISCRIZIONE
E’ possibile iscriversi cliccando sul pulsante “prenota” del seguente link: https://initinere.eu/…/il-cammino-delle-tavole-di-eraclea

PER INFORMAZIONI
Tel. 339 6056998 (sig. Donadio)
Initinere.aps@gmail.com

CONTRIBUTO € 12
Guida escursionistica
visita guidata al Museo Archeologico di Policoro
Navetta ritorno al punto di partenza

Fonte: SassiLive – Read More