Il primo consiglio dei ministri operativo del governo Draghi ha approvato il decreto legge sullo stop agli spostamenti fra le Regioni fino al 27 marzo. Iniziata intorno alle 10 a Palazzo Chigi, la riunione si è conclusa alle 11.30. Tra le novità del provvedimento c’è anche il blocco agli spostamenti in zona rossa verso le abitazioni private. Resta nelle zone gialle e arancioni la possibilità, una sola volta al giorno, di spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22, in massimo due persone, con i figli minori di 14 anni. Ma nelle zone rosse niente più visite ad amici e parenti.

La misura ha trovato il consenso delle Regioni che già ieri sera, durante il vertice con il governo, avevano dato un sostanziale via libera. “Ora però – ribadisce il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini – c’è l’esigenza di due incontri urgenti con l’esecutivo. Il primo a brevissimo termine sui contenuti che dovrà avere il prossimo Dpcm per il contenimento dell’emergenza Covid-19. Il secondo – per il quale comunque i tempi stanno stringendo – dovrà riguardare il lavoro di squadra per un efficace utilizzo delle risorse che saranno previste dal Recovery Plan”.

Quanto alle nuove misure anti-pandemia i governatori hanno consegnato ieri alla ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini un documento con una serie di richieste e proposte. Fra cui, appunto, i ristori contestuali alle chiusure, la revisione dei parametri che determinano la divisione in fasce colorate, indicazioni chiare dal Cts (e che parli con una “voce unica”), l’ampliamento della cabina di regia sulla pandemia ai ministeri economici e un’accelerazione sui vaccini. Dai sindaci arriva intanto un nuovo appello a tenere aperti i ristoranti anche la sera.

Intanto Matteo Salvini insiste sulla riapertura di palestre, piscine e teatri, appoggia apertamente la campagna “Io apro” e dice: “Riaprire in sicurezza palestre, che erano controllate e già in sicurezza, e piscine. Lo sport è importante. Ma anche teatri e oratori, altrimenti i danni anche mentali oltre che economici rischiano di essere devastanti Spero ci sia questo cambio di passo”, afferma ad Aria Pulità su Italia7Gold. E dopo avert Matteo Salvini, dopo aver incontrato in piazza Montecitorio i ristoratori che manifestavano in serata dice: “Se ci fosse una situazione tragica i ristoranti li chiudi anche a pranzo”, insistendo così sulla necessità di riaprire i ristoranti la sera in zona gialla. Salvini ha ribadito anche il suo “no a un lockdown generalizzato” e annuncia che Giorgetti domani inviterà le aziende farmaceutiche Pfizer, Astrazeneca, Johnson&Johnson “per ipotizzare una produzione italiana del vaccino”.
Virus, Miozzo dopo il Consiglio dei ministri: “Il sistema fasce funziona, noi chiamati a moderare le nostre comunicazioni”
22 Febbraio 2021

Il cdm ha anche nominato il nuovo Capo di Stato maggiore dell’Esercito. Si tratta del generale Pietro Serino, già capo di Gabinetto del ministro Lorenzo Guerini.

Entro la metà della settimana il premier dovrà anche chiudere il dossier sulla squadra di governo, nominando 42 sottosegretari. I partiti hanno consegnato a palazzo Chigi i loro suggerimenti per le diverse caselle e il puzzle si sta componendo. Resta il nodo della presenza femminile del Pd e la quota assegnata al M5S. Movimento che anche ieri ha visto un’altra giornata di fibrillazioni dopo le espulsioni, con le dichiarazioni di Luigi Di Maio a favore dell’arrivo di Giuseppe Conte e l’avvio della formazione del direttorio, per cui potrebbero concorrere anche alcuni dei dissidenti come Barbara Lezzi.

 

 

Fonte: SassiLive – Read More