Dopo mesi di tranquillità, si registra purtroppo una nuova ondata di furti in appartamento nell’area della Val d’Agri. Dopo l’entrata in vigore dell’ora legale, con le giornate che comunque si sono già accorciate, ecco che arriva la banda di ladri. Nei giorni scorsi sono state prese di mira alcune abitazioni nei comuni di Moliterno, Viggiano, Sarconi e Grumento Nova.

Furti che destano preoccupazione, rabbia e poca tranquillità. Allora, cosa fare davanti a questa escalation di intrusioni nella propria sfera privata? Segnalare, informare e porre maggiore attenzione sono le basi per depistare ignoti che si intrufolano nella propria casa.

«Giovedì, intorno alle ore 19:30, sono entrati in un appartamento. La tecnica è sempre la stessa, aspettano che non ci sia nessuno in casa e agiscono in pochi minuti. Entrano da balcone o da pergolati e il gioco è fatto… Le chat whatsapp sono piene di messaggi che avvisano che ignoti si sono intrufolati in diverse abitazioni. Ricordi di nonni e genitori, beni accumulati con una vita di lavoro e sacrifici, persi in una manciata di minuti. Tutto questo non importa al ladruncolo di turno senza cuore che ti porta vi tutto, distrugge l’appartamento e soprattutto ruba i ricordi di un tempo passato senza pensare troppo. Cosa fare davanti a queste situazioni? Siamo impotenti. Arrivano i carabinieri, verbalizzano quanto accaduto, provano a fare del loro meglio per rintracciare i malviventi e poi? Cosa succede?» sono queste le riflessioni di un residente di Sarconi, a seguito dei continui furti in appartamenti, in pieno centro, che non fanno più dormire sonni tranquilli ai residenti della zona.

Fonte: La Gazzetta della Val d’Agri – Read More