Siamo quelli del fare ma anche quelli delle proposte. Oggi presento il programma politico regionale della coalizione sottoscritto da La Vera Basilicata, Orgoglio Lucano, Forza Italia, Fratelli di Italia, Lega, Azione, Udc- Popolari Uniti, e sono orgoglioso di farlo alla presenza dei nostri giovani, un programma che si innesta all’interno di una visione globale, pienamente inserita nel Piano strategico regionale, e che si articola in diverse “azioni” imprescindibili per sanare alcune patologie storiche e croniche della nostra regione.

Facciamo i conti con il declino demografico e con la questione occupazionale, e in questi 5 anni siamo intervenuti con forza per rivitalizzare il tessuto industriale, investendo circa 900 milioni di euro, abbiamo reso la nostra regione più attrattiva, oggi è più conveniente vivere in Basilicata, lo abbiamo fatto con il bonus gas, con il bando non metanizzati e il bonus idrico. La nostra regione si trova in condizioni migliori e lo confermano anche alcuni dati.  L’occupazione dal 2019 al 2023 segna un +3,52% (la media nazionale è del 2%) Dal 2019 al 2022 la disoccupazione tra i 15 e i 64 anni è calata al 7% mentre nel Sud la media è del 10%. Il Pil della Basilicata è cresciuto del +6% (in Italia del 3.5%). Tutti segni del buon lavoro di questi cinque anni”.

Se il nostro obiettivo è far restare i giovani in Basilicata dobbiamo creare opportunità, come abbiamo fatto. Abbiamo assunto 1500 nuove risorse umane, stabilizzato precari, fatto i concorsi. Abbiamo avviato l’Academy e incentivato l’acquisto della prima casa. Investiremo ulteriormente in formazione, cultura e turismo per dare ai giovani la possibilità di esprimere le idee, la creatività e i talenti nella propria terra.

Il nostro programma condito di cose concrete, attuabili e alcune immediate, riguarda le infrastrutture, la transizione verde, l’autosufficienza energetica per alimentare uno sviluppo che rispetti e protegga il nostro territorio, come abbiamo fatto anche con il progetto Lucas. Senza tutela delle risorse e del territorio non può esserci agricoltura che noi consideriamo prioritaria, e non possono esserci le tante eccellenze che la Basilicata produce. E per trainare la crescita che noi abbiamo in mente nel nostro programma di governo c’è spazio per misure ad hoc per i giovani, le imprese e sostegno all’area industriale di Melfi.

Tutto questo percorso deve inserirsi in un paniere capace di contenere anche i servizi e dunque la sanità. Tanto abbiamo fatto e tanto abbiamo ancora da fare. Agiremo ancora per migliorare il sistema sanitario attraverso nuove assunzioni per abbattere le liste d’attesa. Sono già state finanziate venti piattaforme per superficie di elisoccorso, con fondi PNRR approvate 19 case di comunità, 6 centrali operative territoriali, 5 ospedali di comunità.  Vogliamo anche una medicina attenta al sociale, per ridurre la povertà e rafforzare l’inclusione con sostegno a natalità e genitorialità, abbattendo i costi su beni primari, favorendo il Terzo Settore che ho avuto modo di constatare del grande lavoro quotidiano, ci impegneremo per dare attenzione alla disabilità e alle disuguaglianze.

Vogliamo portare la Basilicata nel futuro e, per farlo, abbiamo individuato anche una strategia regionale per l’IA (intelligenza artificiale), favorendo le nuove tecnologie e digitalizzando i servizi compresi quelli della Pubblica amministrazione. Questo, seguito e anticipato da una forte incentivazione dell’industria digitale e immettendo nuove risorse per l’innovazione.

Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi, candidato del centro destra alle prossime elezioni regionali del 21 e 22 aprile, presentando il programma politico regionale.

L’articolo Elezionio regionali Basilicata 2024, coalizione centrodestra presenta programma politico, Bardi: “Samo quelli del fare” proviene da SassiLive.

Fonte: SassiLive – Read More