“Al bando le polemiche sterili e fini a se stesse, la Giunta regionale ha deliberato l’importante rinnovo della convenzione con la Fondazione Don Gnocchi per la gestione delle attività riabilitative e della Rsa presso il Polo ospedaliero di Tricarico”. Ad affermarlo il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Piergiorgio Quarto. “La convenzione – precisa Quarto – è stata rinnovata per cinque mesi. La struttura costituisce un importante polo di riferimento in materia di medicina riabilitativa per tutti i cittadini lucani e delle regioni limitrofe. La Fondazione Don Gnocchi vanta sul territorio lucano due qualificate strutture, una a Tricarico e l’altra ad Acerenza, nelle stesse sono impegnate quasi duecento unità lavorative, tutte altamente specializzate. Oramai è quasi un ventennio – ricorda Quarto – che i centri sopra indicati costituiscono un punto di riferimento imprescindibile per tutta la regione, laddove si tratta di intervenire per le necessarie e delicate fasi riabilitative a sostegno di una moltitudine di pazienti in costante aumento”. “Oggi a causa del difficile momento da tutti vissuto provocato dai deleteri effetti del Covid di natura pandemica – sottolinea l’esponente di Fratelli d’Italia – diventa imprescindibile la presenza sul territorio di un centro così ben organizzato, ragion per cui l’atto di proroga di matrice regionale assume i connotati salvifici di alta valenza civilistica. Parlare, quindi, all’ indomani dell’emanazione di una così importante decisione di proroga scontata o per alcuni addirittura superflua appare ingiusto e non rispondente al vero. Bisogna, come al solito, valutare i fatti nella loro oggettività, apprezzando i contenuti risolutivi della questione. Chi si arrampica sul nulla, utilizzando la polemica come merce quotidiana non rende un giusto servizio alla politica, in questo caso alla buona politica”. “Ai cittadini – continua Quarto – interessa ben poco l’odiosa corsa ad accaparrarsi i meriti attraverso l’abile trasmissione di una visione distorta, non veritiera della realtà. L’antagonismo ad ogni costo produce zero, allontana l’idea di una visione condivisa e partecipata delle strade virtuose da intraprendere per avvicinare la nostra Regione ad una fase risolutiva delle tante problematiche quotidianamente vissute. Tutti armati di buon senso e forte responsabilità dobbiamo essere consapevoli del dramma storico senza precedenti che ci attanaglia. Il virus intanto non sembra dare e darci tregua, non possiamo ora più che mai pertanto, concedere a nessuno il lusso di specchiarsi nelle chiacchiere frutto di insignificante qualunquismo”. “In conclusione – sostiene Quarto – il Governo regionale ancora oggi si dimostra disponibile ad utilizzare ogni strumento operativo idoneo a risolvere la problematica in via definitiva, rifuggendo dagli apriorismi concettuali dell’opposizione, totalmente inopportuni quando si discute e si decide sulla salute dei cittadini”.

Fonte: SassiLive – Read More