Sono 8.085 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore (su 287.026 i tamponi molecolari) , ieri erano stati 7.852 (su 306.744 test). I contagi sono sotto quota 10 mila per il quinto giorno di fila. I dati del ministero della Salute contano, invece, 201 vittime in un giorno, in calo rispetto alle 262 di ieri. Il tasso di positività è del 2,8%, stabile rispetto al 2,5% di ieri.

Ancora in netta discesa i ricoveri: le terapie intensive sono 99 in meno (ieri -64) con 81 ingressi del giorno (il dato pù basso da due mesi) e sono 1.893 in tutto Il continuo calo delle terapie intensive e dei ricoveri per Covid in Italia ha già superato i livelli minimi tra seconda ondata e terza: per trovare dati più bassi di quelli di oggi bisogna risalire addirittura ad ottobre, agli albori della seconda, drammatica ondata.

I ricoveri ordinari oggi sono 13.608 in tutto (calano di 672 unità, ieri -657), dopo aver toccato il picco di questa terza ondata il 7 aprile, 29.337: più che dimezzati insomma, in poco più di un mese. Per trovare un dato più basso bisogna risalire al 26 ottobre 2020, quando erano 12.997. Anche le terapie intensive, tornate da due giorni sotto la soglia psicologica delle 2 mila unità, tornano ai livelli del primo autunno: 1.893 oggi, erano 1.843 il 31 ottobre.

In entrambi i casi, ricoveri ordinari e rianimazioni, a ottobre i numeri erano simili ma il trend opposto. All’epoca si saliva vertiginosamente, per arrivare ai picchi della seconda ondata: 34.697 ricoveri ordinari il 26 novembre, 3.848 terapie intensive il 25 novembre. Confortante anche il dato degli ingressi giornalieri in terapia intensiva, 81 oggi: da quando è stato introdotto questo dato nel bollettino, il 3 dicembre 2020, solo una volta c’e’ stato un dato migliore, ed era appena tre giorni fa con 80 ingressi.

La regione con più casi oggi è la Lombardia (+1.396), seguita da Campania (+1.110), Piemonte (+706), Lazio (+654), Toscana (+651) e Emilia Romagna (+618).

I contagi totali salgono a 4.139.160. In calo i guariti, 14.295 (ieri 19.023), per un totale di 3.669.407. Prosegue, anche se meno di ieri, la discesa degli attualmente positivi, -6.414 (ieri -11.437): i malati ancora attivi sono ora 346.008. Di questi, sono in isolamento domiciliare 346.008 pazienti.

 

VALLE D’AOSTA
La Valle d’Aosta chiede di essere inserita in ‘zona gialla’ a partire da lunedì prossimo. In tal senso il presidente della Regione, Erik Lavevaz, ha inviato una lettera al ministro della Sanità, Roberto Speranza. Alla base della richiesta ci sono: “l’indice Rt della Valle d’Aosta che è sotto la soglia dell’1 da oltre un mese; l’incidenza dei nuovi casi positivi che è intorno a 150 su 100.000 abitanti; gli indici ospedalieri che sono molto buoni”.

 

TRENTINO
Il bollettino Covid di oggi in Trentino, presentato in conferenza stampa dall’assessore provinciale alla sanità Stefania Segnana, registra zero decessi e sette nuovi ricoveri, a fronte di altrettante dimissioni ospedaliere. Sono risultati positive 29 persone con tampone molecolare (a fronte di 973 tamponi), a cui si aggiungono 24 casi identificati con test rapido antigienico (1.169 tamponi processati). Il totale dei pazienti ospedalizzati è pari a 68, di cui 18 in rianimazione. L’indice Rt settimanale è pari a 0,92 (la scorsa settimana era 0,97).
Risultano somministrati 229.703 vaccini, di cui 47.933 seconde dosi. Ai cittadini con più di 80 anni sono state somministrate 58.894 dosi, ai cittadini tra i 70 e i 79 anni 46.726 dosi e tra i 60-69 anni 48.753 dosi.
Domani, ha precisato Segnana, si inizierà la campagna di vaccinazione degli insegnanti impegnati nelle sessioni di esame di terza media e di maturità.

ALTO ADIGE
Un’altra giornata senza decessi in Alto Adige. I nuovi casi covid sono 58: 42 analizzando 702 tamponi pcr e 16 su 4.266 test antigenici eseguiti. In lieve calo i ricoveri: invariati quelli nei normali reparti ospedalieri (25), in terapia intensiva (6), mentre scende di due unità, a 18, il numero dei letti occupati nelle cliniche private. Aumenta invece il numero di altoatesini in quarantena che ieri erano 2.104 e oggi sono 2.259. I nuovi guariti sono invece 42.

PIEMONTE
Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 706 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 52 dopo test antigenico), pari al 3,2% di 22.407 tamponi eseguiti, di cui 11.896 antigenici. Dei 706 nuovi casi, gli asintomatici sono 284 (40,2%). I casi sono cosi’ ripartiti: 63 screening, 482 contatti di caso, 161 con indagine in corso; per ambito: 4 rsa/strutture socio-assistenziali, 95 scolastico, 607 popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 358.368 così suddivisi su base provinciale:191.966 Torino, 51.679 Cuneo, 28.891 Alessandria, 27.525 Novara, 17.163 Asti, 13.338 Vercelli, 12.664 Verbano-Cusio-Ossola, 11.160 Biella, oltre a 1.471 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi.
I restanti 2.511 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I decessi odierni di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unita’ di Crisi della Regione Piemonte sono 14, con il totale ora pari a 11.465 deceduti, cosi’ suddivisi per provincia: 5.462 Torino, 1.548 Alessandria, 1.426 Cuneo, 937 Novara, 696 Asti, 510 Vercelli, 423 Biella, 367 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 96 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti sono complessivamente 335.009 (+ 1.083 rispetto a ieri) cosi’ suddivisi su base provinciale: 180.076 Torino, 48.241 Cuneo, 26.637 Alessandria 25.794 Novara, 16.078 Asti, 12.374 Vercelli, 11.919 Verbano-Cusio-Ossola, 10.159 Biella, oltre a 1.371 extraregione e 2.360 in fase di definizione. I ricoverati in terapia intensiva sono 143 (-2 rispetto a ieri), non in terapia intensiva 1.497 (-102 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.254 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 4.627.914 (+ 22.407 rispetto a ieri), di cui 1.561.423 risultati negativi.

VENETO
Il Veneto registra 468 nuovi contagi Covid-19 nelle ultime 24 ore e 9 decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti da inizio dell’epidemia sale a 419.105, quello delle vittime a 11.469. I soggetti positivi attualmente in isolamento domiciliare sono 17.111 (-524).
Scende ancora il numero dei malati Covid ricoverati negli ospedali, 1.081 (-36), dei quali 946 (-33) nei normali reparti medici e 135 (-3) nelle terapie intensive.

LOMBARDIA
Secondo il quotidiano bollettino diramato oggi dalla Regione sulla diffusione del Covid- 19, la Lombardia supera i 10 milioni di tamponi effettuati. A fronte dei 49.484 processati, sono 1.396 i nuovi positivi (2,8 per cento). Continuano a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive (-31) e nei reparti (-90). Oggi vengono segnalati 13 decessi, per un totale di 33.284, mentre i guariti/dimessi sono 1.710.

FRIULI VENEZIA GIULIA
Sono 100 i nuovi casi di Covid-19 registrati oggi in Friuli Venezia Giulia, 84 emersi da 6.968 tamponi molecolari e 16 da 1.831 test rapidi. I decessi sono 8, i ricoveri nelle terapie intensive sono stabili a 18, si riducono quelli in altri reparti, 98; scende anche il numero di persone in isolamento, 5.854. A comunicare i dati il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
Le morti da Covid-19 finora in regione ammontano a 3.760: 803 a Trieste, 1.994 a Udine, 672 a Pordenone e 291 a Gorizia. I totalmente guariti sono 91.037, i clinicamente guariti 5.601. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia hanno contratto il virus 106.368 persone: 21.001 a Trieste, 50.481 a Udine, 20.768 a Pordenone, 12.929 a Gorizia e 1.189 da fuori regione.

LIGURIA
Continua a calare in modo deciso il numero degli ospedalizzati per covid in Liguria. Sono 373, 26 in meno rispetto a ieri. Tra i ricoverati 47 sono in terapia intensiva. In calo anche i positivi: sono 4218, 87 in meno rispetto alle 24 ore precedenti. I nuovi contagi sono 115 per un totale da inizio pandemia di 101467. I nuovi casi sono emersi da 6851 tamponi. Il tasso di positività è 2,2%, era 2,14%, mentre a livello nazionale è 2,8%. I contagi delle ultime 24 ore sono 50 nell’area di Genova, 21 nel Savonese, 20 nell’Imperiese, 19 nello Spezzino e 5 nel Tigullio. I guariti sono 194. I morti 8 per un totale di 4267. In isolamento domiciliare ci sono 2874 persone, 151 in meno rispetto a ieri e in sorveglianza attiva ce ne sono 3617, erano 4031 Le persone vaccinate nelle ultime 24 ore sono 12771 ed hanno completato il ciclo vaccinale in 270428. I vaccini consegnati sono 826620, quelli somministrati 755951 pari al 91%

EMILIA-ROMAGNA
Sono 618 i nuovi contagi da Coronavirus in Emilia-Romagna, rilevati con 23.936 tamponi, mentre continua la diminuzione dei ricoverati: 15 in meno in terapia intensiva (163), 40 in meno negli altri reparti (1.199).
Si contano poi altri 18 morti, dieci uomini, tra cui un 48enne deceduto a Imola e otto donne, I guariti sono 320 in più di ieri e raggiungono quota 338.195, mentre i malati attivi sono 26.809 (+280), il 95% in isolamento con sintomi lievi. L’età media dei nuovi contagiati 211 gli asintomatici, è 36,1 anni. Tra le province al primo posto c’è Bologna con 137 nuovi casi più nove dell’Imolese, seguita da Modena (119) Alle 15 infine sono state somministrate complessivamente 2.056.445 dosi di vaccino; 685.621 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

TOSCANA
Altri 651 nuovi casi (+0,3% sull’aumento di ieri, 41 anni l’età media) e 21 morti (età media in calo a 75,9 anni) in un giorno tra i pazienti Covid in Toscana. Lo riferisce il report delle 24 ore. In regione ora sono saliti a 235.243 i casi di positività dall’inizio della pandemia. I guariti sono stati 1.116 in un giorno – tutte guarigioni complete a tampone di controllo negativo – e crescono nell’incremento giornaliero in percentuale più dei nuovi positivi (+0,5%), raggiungendo quota 213.331. Il totale dei deceduti sale invece a 6.482 nella regione: 88 però non sono residenti in Toscana benché vi siano morti; oggi Pistoia con due decessi raggiunge la 600/a vittima.
Gli attualmente positivi sono ora 15.430 (in calo su ieri, -3,1%). Tra loro i ricoverati sono 1.165 (-37 persone su ieri) di cui 187 in terapia intensiva (-1) mentre 14.265 sono quelli in isolamento domiciliare con sintomi che non richiedono cure ospedaliere o senza sintomi (-449 persone, -3,1%). Ci sono in isolamento domiciliare altre 29.472 persone (-856 su ieri pari al -2,8%) isolate in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

UMBRIA
Dopo i 77 di ieri, sono 139 i nuovi contagi al Covid accertati nelle ultime 24 ore in Umbria, dove si registrano però nove ricoveri in meno: 146 in tutto, 21 dei quali (uno in meno) in terapia intensiva. E’ quanto emerge dai dati della Regione aggiornati al 13 maggio. I guariti sono 118 e c’è un’altra vittima. Gli attualmente positivi salgono quindi dai 2.522 di ieri ai 2.542 di oggi. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 4.072 test antigenici e 2.790 tamponi molecolari. Il tasso di positività sul totale è 2 per cento e sale a 4,98 per i soli molecolari.

LAZIO
Nel Lazio nelle ultime 24 ore si sono registrati 654 nuovi positivi al Covid-19 (ieri 633) e 21 decessi (ieri erano 22). E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano di Salute Lazio. I ricoverati nelle terapie intensive sono 233 (-11 rispetto a ieri). I ricoverati in area medica sono 1.589 (-143 rispetto alla giornata di ieri). “I tassi di occupazione ospedaliera sono sottosoglia. Incidenza e focolai attivi sono in diminuzione. Una fase importante che segnala la discesa dei principali parametri”. Lo dichiara l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, che sottolinea, inoltre, che “l’Rt e’ in calo a 0,88”.

MARCHE
Ancona, 13 mag. – Nelle Marche, nelle ultime 24 ore, scendono i ricoveri mentre aumentano i dimessi/guariti. Il servizio Sanita’ della Regione comunica che i contagi da inizio emergenza sono saliti 100.408 (+233), di cui 92.358 dimessi/guariti (+318), 4.733 in isolamento domiciliare (-73) e, appunto, 336 ricoverati (-16). I pazienti in terapia intensiva sono 50, uno in meno rispetto a ieri: 14 a Pesaro Marche Nord (+1), 13 al Torrette di Ancona di cui uno in pediatria (-2), quattro a Jesi, sette all’ospedale Covid di Civitanova Marche (-1), tre a Fermo (+1) e nove a San Benedetto del Tronto. Un ricovero in meno anche nelle aree semi intensive dove i pazienti passano da 94 a 93 (40 a Marche Nord, sette al Torrette, tre a Jesi, quattro a Macerata, 26 all’ospedale Covid di Civitanova Marche, quattro a Fermo, cinque a San Benedetto del Tronto e quattro ad Ascoli Piceno), mentre nei reparti non intensivi scendono da 207 a 193 (sette a Marche Nord, 20 al Torrette, sei all’Inrca di Ancona, 15 all’Inrca di Fermo, due a Pesaro Spdc, 18 a Jesi, 10 a Senigallia, 32 a Macerata, 14 all’ospedale Covid di Civitanova Marche, 13 a Camerino, 30 a Fermo, cinque a San Benedetto del Tronto, sei ad Ascoli Piceno e 15 alla Casa di cura di Villa Serena). Gli ospiti in strutture territoriali sono 120, mentre i pazienti in Pronto soccorso, in attesa di ricovero, sono quattro. Dei 233 nuovi casi odierni 46 sono stati registrati in provincia di Macerata dove i positivi da inizio emergenza salgono a 20.675, 20 ad Ancona (32.502), 91 a Pesaro-Urbino (22.472), 29 a Fermo (9.997), 32 ad Ascoli Piceno (10.836) e 15 fuori regione (3.926). Infine i casi/contatti in isolamento domiciliare scendono a 10.201 (-476): 6.949 asintomatici e 3.252 sintomatici. In quarantena anche 133 operatori sanitari.

ABRUZZO
Sono complessivamente 72.887 i casi positivi al Covid-19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 89 nuovi casi (di eta’ compresa tra 2 e 91 anni). I positivi con eta’ inferiore ai 19 anni sono 16, di cui 6 in provincia dell’Aquila, 6 in provincia di Chieti e 4 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi e sale a 2.450 (di eta’ compresa tra 56 e 98, 1 in provincia di Chieti e 2 in provincia dell’Aquila). Del totale odierno, 1 caso e’ riferito a un decesso avvenuto nei giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 63.427 dimessi/guariti (+334 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 7.010 (-249 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 1.060.247 tamponi molecolari (+3.397 rispetto a ieri) e 436.669 test antigenici (+1.941 rispetto a ieri). Il tasso di positivita’, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, e’ pari a 1,7 per cento. 235 pazienti (-11 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 20 (-4 rispetto a ieri con 0 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 6.755 (-234 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 18.261 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+31 rispetto a ieri), 18.912 in provincia di Chieti (+28), 17.965 in provincia di Pescara (+21), 17.003 in provincia di Teramo (+10), 561 fuori Regione (-1) e 185 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

MOLISE

CAMPANIA
Sono 1.110 i nuovi casi di Covid in Campania, di cui 387 sintomatici, su 18.701 test molecolari esaminati. Il tasso di incidenza, calcolato senza tenere conto dei tamponi antigenici, è del 5,93%, sostanzialmente stabile rispetto al 6,18 di ieri. Il bollettino dell’Unità di crisi segnala 24 nuove vittime e ben 2.054 guariti. Continua ad alleggerirsi la pressione sugli ospedali: i posti letto di terapia intensiva occupati sono 105 (-11), quelli di degenza 1.285 (-22)

BASILICATA
Novantuno dei 1.214 tamponi esaminati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi: è il dato fornito dalla task force regionale. In regione sono morte altre due persone a causa del covid, portando il totale a 540, mentre sono 19.016 coloro che hanno superato la malattia (215 di loro da ieri).
I lucani “attualmente positivi” sono 5.162, dei quali 5.031 sono in isolamento domiciliare. Le persone ricoverate negli ospedali di Potenza e di Matera sono 131: dieci sono nei reparti di terapia intensiva. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria, in Basilicata sono stati analizzati 339.555 tamponi, 311.643 dei quali sono risultati negativi.

PUGLIA
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha reso noto che oggi in Puglia, sono stati registrati 9.160 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 554 casi positivi: 141 in provincia di Bari, 45 in provincia di Brindisi, 74 nella provincia Bat, 101 in provincia di Foggia, 105 in provincia di Lecce, 89 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Sono stati registrati 31 decessi: 6 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 5 in provincia Bat, 5 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Con 11 malati covid ricoverati oggi in Terapia intensiva, la Puglia e’ prima tra le regioni italiane per numero di nuovi ingressi. È quanto si rileva dal monitoraggio giornaliero del ministero della Salute. Il numero complessivo dei degenti nei reparti di Terapia intensiva in Puglia e’ di 144 unita’.

 

CALABRIA
E’ in miglioramento, nella settimana 5-11 maggio, in Calabria, l’indicatore relativo ai “Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti”, che sono 700, e in diminuzione i nuovi casi rispetto alla settimana precedente del 15,6%. E’ quanto rileva la Fondazione Gimbe nel monitoraggio settimanale con analisi su andamento dell’epidemia da Covid 19, forniture e somministrazioni vaccini. Restano sopra la soglia di saturazione i posti letto in area medica occupati da pazienti Covid-1