Celebrazioni per la Giornata della memoria 2021 all’Istituto Milani di Potenza. Di seguito la nota inviata dalla dirigente scolastica Marcella Anna Marsico.

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno per commemorare le vittime dell’Olocausto. E’ stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2005 mentre l’evento si celebra in Italia dal 2000. Il 27 gennaio del 1945 fu liberato il campo di concentramento di Auschwitz dall’Armata Rossa. E’ per questo motivo che tutti gli stati membri delle Nazioni Unite si impegnano ad imprimere nelle future generazioni le “lezioni dell’Olocausto”.

Come ormai da tradizione, anche quest’anno, nel rispetto delle regole anticovid, l’istituto comprensivo “L. Milani” di Potenza organizza all’interno delle attività didattiche, eventi e manifestazioni per commemorare le vittime dei campi di concentramento.

Agli alunni del plesso della scuola secondaria di via Tirreno è stata proposta la visione del film “Arrivederci ragazzi” premiato con il Leone d’oro alla quarantaquattresima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Protagonisti sono ragazzi ebrei rifugiati in un collegio religioso. Il film offrirà agli studenti spunti e riflessioni sul tema dell’amicizia tra il giovane protagonista e un ragazzo ebreo che ha trovato rifugio sotto falso nome nel collegio, per sfuggire alle persecuzioni razziali.

“La notte, la Storia e il romanzo”, è questa la cornice dell’attività svolta nella classe 3^ della scuola secondaria di Vaglio. Al centro, il romanzo autobiografico di Elsie Wiesel, “La notte”. Il libro racconta le sue esperienze di giovane ebreo ortodosso deportato insieme alla famiglia nei campi di concentramento di Auschwitz e Buchenwald negli anni 1944-1945, al culmine dell’Olocausto, fino alla fine della seconda guerra mondiale. Le altre classi del plesso approfondiscono il tema dell’olocausto con letture de “L’amico ritrovato” di F. Uhlman e un reportage dal Ruanda “Le stagioni del sangue, la storia si ripete”

Partendo dalla lettura di alcuni racconti scelti dal libro “Fino a quando la mia stella brillerà” di Liliana Segre gli alunni della scuola secondaria plesso “Tullio Trotta” sotto la spinta emotiva delle esperienze ascoltate realizzano brevi poesie con la tecnica del Caviardage. I componimenti decoreranno il filo spinato che si srotolerà tra le aule dell’istituto.

Gli alunni della scuola primaria sono stimolati a riflettere sul tema tramite la visione di film adatti alla loro età e possono esprimere le proprie emozioni e sentimenti leggendo e analizzando poesie, musiche e testi in lingua italiana e inglese appositamente selezionati per loro. Tra i titoli scelti:”La vita è bella” di Roberto Benigni, Diario di Anna Frank, “Se questo è un uomo” di Primo Levi, “Filo spinato” di Peter, “Per non dimenticare” di Gina Tota, “Ogni merlo è un merlo” di Grazia Mauri, “Gam Gam Gam” di Ennio Morricone.

Importante contributo alla ricorrenza è stato espresso anche dalla collaborazione di alcune classi della scuola primaria dell’istituto con la sezione UNICEF di Potenza adottando l’iniziativa dal titolo “I giovani ricordano la Shoah”.

La scuola, comunità educante, in un puzzle di attività interdisciplinari esprime con riflessioni, rappresentazioni grafiche, video, musiche eseguite dagli alunni, un chiaro segnale di MEMORIA. L’intolleranza, l’odio e l’agressività verso persone e comunità motivate da differenze religiose ed etniche sono condanante senza riserve. Per non dimenticare!

 

Fonte: SassiLive – Read More