“Programma di reinvestimento – Approvazione del Piano annuale 2020 e presa d’atto del Programma biennale 2020/2021 dell’importo derivante dalle vendite degli alloggi di Edilizia residenziale pubblica e dalle economie derivanti di manutenzione Ater di Matera”: questo l’atto all’attenzione della terza Commissione consiliare (Attività produttive – Territorio – Ambiente) convocata dal presidente Quarto (Bp).

Il Piano annuale 2020 prevede l’intervento di demolizione e ricostruzione di 24 alloggi di Erp sovvenzionata nel comune di Irsina alla via Lamarmora con un finanziamento complessivo necessario di euro 3.500.000,00 – finanziamento quota Ater euro 600.000,00; nuova costruzione di 6 alloggi di Erp sovvenzionata nell’ambito del Borgo La Martella nel comune di Matera con un finanziamento complessivo di euro 1.048.642,30; nuova costruzione di 9 alloggi di Erp sovvenzionata nel comune di Policoro in via Puglia con un finanziamento complessivo di euro 1.232.279,30; nuova costruzione di 50 alloggi di Erp sovvenzionata nel comune di “Matera ‘90” – Lotto 2 – 10 alloggi con un finanziamento complessivo Lotto n.2 – 10 alloggi di euro 1.074.446,56; manutenzione, recupero ed urbanizzazioni per un finanziamento di euro 150.000,00; completamento sistemazioni e collegamento urbanizzazioni a servizio di fabbricati di Erp sovvenzionata ubicati in via Ofanto e via Adige – Borgo La martella – Matera con finanziamento di euro 238.936,32; consolidamento fabbricato nel comune di Montalbano Jonico alla via Savona 7-8 oggetto di ordinanza di sgombero per un finanziamento complessivo di euro 100.000,00; recupero di 7 alloggi nel comune di Aliano di cui all’Accordo di programma del 24.7.2012 del programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile per un finanziamento quota Ater di euro 407.195,04.

Il totale del Piano annuale 2020 ammonta ad euro 4.851.499,52.

Il Piano annuale 2021 prevede la nuova costruzione di 50 alloggi di Erp sovvenzionata nel comune di “Matera ‘90” – Lotto 3 – costruzione di 24 alloggi con un finanziamento Lotto n.3 – 24 alloggi di euro 2.817.113,93; manutenzione, recupero ed urbanizzazioni con finanziamento pari ad euro 200.000,00; manutenzione straordinaria ai fabbricati di proprietà ed in gestione dell’Ater siti nei Comuni della provincia per un finanziamento complessivo di euro 600.000,00.

Il totale del Piano annuale 2021 ammonta ad euro 3.617.113.93.

L’importo complessivo del Piano pluriennale 2020-2021 è di euro 8.468.613,45.

La Commissione, su proposta del consigliere Braia (Iv), ha deciso di esprimere il parere concernente l’atto in discussione dopo aver audito l’Amministratore unico dell’Ater di Matera in una prossima seduta dell’organismo consiliare.

In seguito la prima Commissione consiliare, presidente il consigliere Cariello (Lega), e la terza Commissione, riunite in seduta congiunta, hanno avviato la discussione, alla presenza dei Sindaci dei Comuni ricadenti nel perimetro dell’area protetta, in merito alle designazioni concernenti la nomina del Presidente dell’Ente di gestione del Parco naturale regionale del Vulture.

Presenti i sindaci dei comuni di Melfi – Livio Valvano, Ripacandida – Giuseppe Sarcuno, Atella – Gerardo Petruzzelli, San Fele – Donato Sperduto, Rionero in Vulture – Luigi Di Toro, Barile – Antonio Moreno, Ruvo Del Monte – Michele Metallo, Rapolla – Biagio Cristofaro.

In precedenza, ampia discussione tra i consiglieri circa l’effettivo ruolo delle Commissioni a riguardo della nomina del Presidente del Parco del Vulture in virtù delle scelte, criteri e valutazioni che hanno portato alla rosa di nomi tra cui indicare il futuro responsabile dell’Ente.

Presentato dai consiglieri del Movimento cinque stelle, Carlucci e Leggieri, un documento su “Osservazioni e richiesta di chiarimenti” concernenti la scelta della rosa dei cinque candidati e la procedura di selezione dei candidati. Pervenuta in Commissione, anche, da parte delle Associazioni operanti nel territorio del Vulture, già riunitesi in forma di comitato, un documento inviato al Parco regionale del Vulture, ai Sindaci dei Comuni aderenti al Parco, al Presidente del Consiglio regionale, ai consiglieri regionali, alla Presidenza della Giunta regionale. al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con il quale si rivolge formale “istanza di annullamento in autotutela della decisione assunta dalla Comunità del Parco il 22 settembre 2020, come da relativo verbale, chiedendosi, per l’effetto, l’adozione di ogni atto e la riconvocazione della stessa Comunità del Parco, affinchè si giunga a una selezione conformità ai prescritti criteri normativi, come risultanti dall’avviso pubblico indicato ii premessa e meglio precisati anche dalla testè citata giurisprudenza del Consiglio di Stato”.
Hanno preso parte ai lavori oltre ai presidenti Quarto (Bp) e Cariello (Lega), i consiglieriSileo, Aliandro, Zullino (Lega), Carlucci e Leggieri (M5s), Acito e Bellettieri (Fi), Braia e Polese (Iv), Cifarelli (Pd), Baldassarre (Idea).

Fonte: SassiLive – Read More