Edvige Cuccarese, non nuova ai libri del professor Michelangelo Iossa, presenta il suo nuovo libro: “Opera davvero apprezzabile, quella del musicologo Michelangelo Iossa, che ha dato alle stampe recentemente. Il titolo è 007 operazione suono.
Come si può ben capire, è riferito all’agente segreto del cinema più famoso al mondo, l’agente 007, ovvero James Bond.
“Operazione suono”, perché l’autore ripercorre la storia del noto Bond, “Mi chiamo Bond, James Bond!”, attraverso le colonne sonore che hanno accompagnato e identificato il personaggio ideato dallo scrittore britannico Ian Flaming.Il volume, pubblicato nel novembre 2020 riporta la dedica di Iossa che ha voluto rivolgere a chi per primo ha vestito i panni della celebre spia britannica e che per una insolita combinazione ha avuto la sua dipartita nell’ottobre 2020, l’attore Sean Connery. La dedica, recita: “A sir Sean Connery, primo e ineguagliabile 007, del grande schermo; il suo Bond è per sempre”, sotto una bellissima foto, nelle prime pagine, dell’attore sulle scene di 007. Impreziosito dalla prefazione del Maestro Monty Normann, che racconta in modo fascinoso di come si trovò a musicare il primo James Bond, Licenza di uccidere dal titolo originale Dr. No, del 1962, con “James Bond Theme”.
Un lavoro intenso, quello di Iossa, completo, puntuale. Lui, parte dal primo film e ne traccia dettagliatamente, inoltre, l’anno di realizzazione, la durata della pellicola, gli attori, sceneggiatori e tutto ciò che riguarda le riprese della saga. Così, film dopo film, partendo da Licenza di uccidere, passando per Dalla Russia con amore, per Agente 007 – Si vive solo due volte, e, ancora, per Moonraker – Operazione spazio, giunge a No time to Die, girato a Matera, in Basilicata.
Sean Connery, ha dato vita a James Bond, altri attori hanno indossato successivamente i panni del leggendario agente connotato dalla sigla 007: George Lazenby, Roger Moore, Thimothy Dalton, Pierce Brosman, Daniel Graig. Proprio quest’ultimo è stato protagonista sul set materano dei noti Sassi (Patrimonio UNESCO), nell’Estate 2019.
Il 2019, è stato un anno assai particolare, stratosferico per certi aspetti, soprattutto se valutiamoin seguito alla Pandemia per il Covid -19 che da li a pochi mesi sarebbe scoppiata. L’anno, infatti, si è concluso proprio con l’arrivo del Virus diffusosi nelle varie parti del Pianeta. Nello scenario immediatamente anti – Covid, si collocano le riprese dell’ultima sagadei film 007, nell’affascinante contesto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Quando ancora si poteva vivere normalmente, senza i divieti di stare a distanza ravvicinata, senza il divieto di potersi spostare da una zona all’altra. Di quando ci si poteva abbracciare, stringersi la mano e tutte le abitudini di libertà fino a quel momento permesse.
Matera, dunque, nell’atmosfera straordinaria di sensazioni che hanno caratterizzato gli eventi svoltosi in tale periodo che ha dato vita a “No time to Die”, venticinquesimo capitolo della saga cinematografica di James Bond, l’agente 007, ha offerto a chi ha vissuto appieno, come la sottoscritta,sul posto, arie e momenti particolari di emozioni nuove, esperienze nuove, in una bellezza nuova, un ricordo indelebile. Resterà impressa nella memoria a noi del territorio materano la singolarità della realizzazione di questo nuovo film sul Bond cinematografico e credo allo stesso autore, essendosi recato anch’egli sul set dei Sassi.
La Pandemia ha bloccato la proiezione del film nelle sale, rimandata probabilmente al prossimo autunno. Intanto, poiché, proprio sul set materano l’ultimo attore, (il sesto) a impersonare Bond, Daniel Graig, ha lasciato i panni di 007, l’autore di 007 operazione suono si chiede: “Chi sarà l’interprete numero 007?”.

 

 

 

Fonte: SassiLive – Read More